PEC: sab-lom@pec.cultura.gov.it   posta elettronica: sab-lom@cultura.gov.it  telefono: (+39) 02 86984548 

Soprintendenza archivistica e bibliografica della Lombardia

Agevolazioni fiscali

Benefici fiscali per le erogazioni e le spese in favore dei beni e attività culturali sono previsti dal Decreto-legge 31 maggio 2014 n. 83, convertito con legge 29 luglio 2014 n. 106 (c.d. Art Bonus). Si rimanda per dettagli al sito dedicato all'Art Bonus e agli approfondimenti sulle Erogazioni liberali presenti nel sito del Ministero.

Il DPR 917/1986 Testo unico delle imposte sui redditi (TUIR) prevede la possibilità di ottenere benefici fiscali per le erogazioni liberali destinate ai beni culturali e allo spettacolo, nonchè per chi sostiene delle spese di manutenzione, protezione o restauro dei propri beni vincolati.

In entrambi i casi le agevolazioni possono consistere in:

  • oneri deducibili dal reddito, per i titolari di reddito di impresa (art. 100, comma 2, lettere e e m)
  • oneri detraibili dall'imposta sul reddito, per le persone fisiche ed enti non commerciali (art. 15, comma 1, lettere g e h)

Agevolazioni fiscali relative alle spese a carico del proprietario per interventi conservativi.

L'art. 100, comma 2, lettera e, del DPR 917/86, noto come  Testo unico delle imposte sui redditi (TUIR), . stabilisce la deducibilità delle spese sostenute dai soggetti obbligati alla manutenzione, protezione o restauro di beni vincolati ai sensi del d.Lgs 490/1999 e del DPR 1409/1963. Il TUIR. si applica, pertanto, ai beni dichiarati di interesse storico particolarmente importante ai sensi dell' art. 13 del Codice dei beni culturali e del paesaggio (d.lgs n. 42/2004).

La documentazione e le certificazioni previste dal TUIR  (DPR 917/86) sono sostituite da un'apposita dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà presentata dal richiedente alla Soprintendenza competente. Il Ministero esegue controlli a campione sulla veridicità di quanto dichiarato.

La dichiarazione deve contenere gli estremi identificativi della proprietà, decreto di tutela nonché delle autorizzazioni ai lavori rilasciate dalla competente Soprintendenza (prot. n...del..) a cui si riferiscono le spese oggetto della richiesta. Alla dichiarazione deve essere allegata copia valida di documento di identità. La detrazione non spetta in caso di mutamento di destinazione dei beni senza la preventiva autorizzazione della competente Soprintendenza, oppure in caso di mancato assolvimento degli obblighi di legge per consentire l'esercizio del diritto di prelazione dello Stato sui beni immobili e mobili vincolati e di tentata esportazione non autorizzata di quest'ultimi.

La documentazione da produrre a sostegno della autocertificazione per il beneficio di sgravi fiscali è scaricabile nella sezione Modulistica della Soprintendenza.



Ultimo aggiornamento: 28/11/2022