Home page » I procedimenti » Tutela dei Beni Librari
foto

Tutela dei Beni Librari

A seguito delle modifiche normative introdotte dal DL 16/6/2015 n. 78, convertito con modifiche dalla l. 6/8/2015 n. 125, che vede assegnate allo Stato la competenza sulla tutela dei beni librari con le modifiche dell'articolo 5 del d. lgs. 42/2004 "Codice dei beni culturali e del paesaggio", la Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali ha concluso due accordi rispettivamente con la Direzione Generale Archivi - con le Soprintendenze Archivistiche come riferimento sul territorio - e con la Direzione Generale Belle Arti e Paesaggio in materia di tutela dei beni librari di proprietà non statale.

In seguito l'art. 5 del D.M. n. 44 del 23 gennaio 2016, con l'istituzione delle Soprintendenze archivistiche e bibliografiche, ha disposto che, in attuazione della L. 125/2015, tali Soprintendenze svolgano, anche per i beni librari, le funzioni di tutela di cui all’art. 36 del DPCM n. 171/2014, fatto salvo quanto previsto nelle Regioni a Statuto speciale e nelle province autonome di Trento e Bolzano. Per quanto non compreso nel suddetto art. 36 comma 2, la Direzione generale biblioteche e istituti culturali ha delegato le Soprintendenze archivistiche e bibliografiche, per alcune materie, come indicato nella nota prot. n. 14763 del 20/7/2016, all’espletamento dell’intero procedimento amministrativo dalla fase istruttoria all’atto autorizzativo.

Sul sito della Direzione generale Biblioteche ed Istituti Culturali una pagina è dedicata alla tutela dei beni non statali con approfondimenti sui procedimenti relativi a:

  • autorizzazione al prestito per mostre in Italia e all’estero
  • autorizzazione allo scarto di materiale bibliografico nelle biblioteche non statali
  • rilascio di autorizzazioni e attestati per l’esportazione temporanea e libera circolazione definitiva per beni bibliografici non statali

Si raccomanda di seguire le procedure e di utilizzare la modulistica indicata secondo le indicazioni per le diverse tipologie di procedimento

La Soprintendenza è a disposizione per ogni chiarimento
Si ricorda che per le richieste di autorizzazione all'esportazione è competente l'Ufficio Esportazione di Milano