Home page » I procedimenti » Agevolazioni tributarie
foto

Agevolazioni tributarie

Benefici fiscali per le erogazioni e le spese in favore dei beni e attività culturali sono previste dal Decreto-legge 31 maggio 2014 n. 83, convertito con legge 29 luglio 2014 n. 106 (c.d. Art Bonus). Si rimanda per dettagli al sito dedicato e agli approfondimenti sul sito del Ministero.

Il DPR 917/1986 Testo unico delle imposte sui redditi (T.U.I.R.) prevede la possibilità di ottenere benefici fiscali per le erogazioni liberali destinate ai beni culturali e allo spettacolo, nonchè per chi sostiene delle spese di manutenzione, protezione o restauro dei propri beni vincolati.

In entrambi i casi le agevolazioni possono consistere in:

• oneri deducibili dal reddito, per i titolari di reddito di impresa (art. 100, comma 2, lettere e e m)

• oneri detraibili dall'imposta sul reddito, per le persone fisiche ed enti non commerciali (art. 15, comma 1, lettere g e h )

L'art. 100, comma 2, lettera e, del T.U.I.R. stabilisce la deducibilità delle spese sostenute dai soggetti obbligati alla manutenzione, protezione o restauro di beni vincolati ai sensi del D.Lgs 490/1999 e del DPR 1409/1963. Il T.U.I.R. si applica quindi ai beni dichiarati di interesse storico particolarmente importante (vedi dichiarazione) ai sensi dell' art. 13 del Codice dei beni culturali e del paesaggio (D.Lgs n. 42/2004 e ss.mm.ii.). Ai fini della deducibilità è necessaria una certificazione della competente Soprintendenza archivistica attestante la necessità delle spese, previo accertamento della loro congruità da parte del competente ufficio dell'Agenzia del Territorio.

Per approfondire: pagina dedicata sul sito del MiBACT.